• author
    • Elisabetta Todaro

    • settembre 19, 2016 in Denaro

    Prestiti per sostenere le spese scolastiche

    Le scuole hanno ripreso la loro attività e con il rientro in classe degli studenti si ripresentano i classici problemi relativi alle spese elevate che le famiglie sono chiamate a sostenere per acquistare il materiale didattico e non, dai libri fino alle borse, penne, quaderni e molto altro.

    A tal proposito uno studio condotto con interviste ha rivelato che circa il 32% dei soggetti considerati, farà ricorso ad un prestito personale per fare fronte alle uscite inevitabili di liquidità dovute al sostenimento delle spese. Il restante 68% dichiara che utilizzerà i propri risparmi o impiegherà il proprio stipendio per saldare il conto scolastico.

    Sempre secondo i partecipanti all’indagine, le principali voci di spesa riguardano i libri di testo, per oltre la metà del budget complessivo, ma hanno il loro peso anche gli zaini, i dizionari e manuali di lettura, per oltre un terzo del totale, infine non va trascurato il costo del trasporto per raggiungere le strutture scolastiche.

    Per compensare a queste spese molti ricorreranno al risparmio, tagliando sul tempo libero e gli acquisti per la casa specie per quanto riguarda il settore informatico, mentre restando al materiale didattico è possibile limitare le spese acquistando libri usati o materiale online.

    La lista delle spese per l’istruzione non è tuttavia esaurita, ma esistono dei costi  accessori che gravano su molte famiglie, nell’indagine infatti emerge che il 19% sostiene delle spese per le ripetizioni del proprio figlio, mentre il 18% ricorre a pre o post scuola a pagamento per adempiere ad obblighi lavorativi.

    Insomma, a fronte di queste numerose spese la necessità di ottenere un finanziamento diventa quasi inevitabile, che arrivi da amici e familiari o rivolgendosi ad un istituto di credito, la liquidità immediata che serve per sostenere le spese scolastiche spinge molte famiglie italiane a chiedere un supporto.