• author
    • Elisabetta Todaro

    • ottobre 20, 2016 in Denaro

    Prestiti finalizzati al tasso più basso degli ultimi 10 anni

    Il comparto dei prestiti ha fatto segnare dati di ripresa negli ultimi mesi rilevati in questo 2016, ad esempio i prestiti personali hanno avuto un aumento di oltre il 14% nel mese di agosto, ma di pari passo si sta verificando una graduale discesa dei tassi d’interesse per ottenerli. A tal proposito sono stati rilevati dei tassi d’interesse applicati ai prestiti finalizzati, scesi all’8,92% contro il 9% del semestre precedente, facendo segnare il record più basso, in termini di valore, mai rilevato dal 2006.

    Pure i prestiti personali fanno registrare una discesa dei tassi d’interesse anche se forse meno significativa, con una percentuale che si attesta al 10,52% contro il 10,59% precedente.

    Ulteriori dati forniti dall’ABI mostrano come stia crescendo la cautela degli italiani e di pari passo la scelta della durata dei prestiti richiesti, infatti i 24 mesi totali sono cresciuti dell’1,1% rispetto al semestre precedente, segnando un complessivo 9,5%. Questo segna un’inversione di tendenza rispetto alla media più lunga scelta per il rimborso dei finanziamenti, anche se i canonici 60 mesi continuano a guidare questa particolare classifica, essendo scelti dal 19,8% dei richiedenti i prestiti, mentre i 48 mesi sono stati scelti dal 15% di chi cerca un prestito.

    Per quanto concerne gli importi, il 29,5% delle domande di prestito rientra fra i 2.500 e i 5.000 euro, seguito dal 28,5% che si piazza fra i 5.000 e i 10.000 euro e dal 12,6% di coloro che richiedono un prestito fra i 10.000 e i 15.000 €. Mentre a livello di importi di prestiti erogati, sono quelli all’interno del range che va da 5.000 a 10.000 € i primi con oltre il 30%, anche se l’importo fra i 2.500 e i 5.000 € risulta in netta rimonta potendo vantare un 26,5% rispetto al 23,9% rilevato precedentemente.