• author
    • Elisabetta Todaro

    • marzo 31, 2017 in Denaro

    Prestiti cambializzati: cosa sono e quanto sono accessibili

    Negli ultimi periodi è sempre più frequente l’utilizzo dei cosiddetti prestiti cambializzati, ossia quella forma di finanziamento che si rende necessario quando si hanno delle difficoltà ad ottenere un prestito personale. Questo avviene solitamente a causa di problemi di insolvenza precedenti o perché la banca erogatrice non considera solida la posizione creditizia del richiedente, così il prestito cambializzato risulta la soluzione giusta per superare l’ostacolo.

    Questa soluzione prevede una formula con un rimborso realizzato tramite cambiali, così facendo il creditore ottiene il diritto di procede a un recupero crediti rapido, anche mediante il pignoramento. La possibilità per l’istituto di credito che eroga il prestito di recuperare in modo veloce e sicuro l’importo dovuto rappresenta una garanzia ulteriore, quindi la posizione del richiedente viene in qualche modo alleggerita rispetto ai tradizionali standard di controllo.

    Aldilà di questo, prima che la richiesta venga accettata e venga effettuato l’accredito, saranno effettuati i dovuti controlli della situazione economica del soggetto, prendendo in riferimento la regolarità delle entrate periodiche che devono essere quantomeno proporzionate rispetto all’impegno preso.

    Chi non ha un lavoro fisso dovrà farsi aiutare da un garante in grado di intervenire in caso di problemi, inoltre in alcuni casi potrebbe rendersi necessaria la sottoscrizione di una copertura assicurativa rischio morte o impiego. Viceversa i lati positivi dei prestiti cambializzati attengono al fatto che non sarà necessario fornire giustificativi di spesa, così come la possibilità che le garanzie di reddito siano più flessibili del solito in quanto solitamente si tratta di importi di taglio medio piccolo.

    Infine, per ciò che concerne il rimborso questa forma di finanziamento viene di solito erogata con l’applicazione di un tasso d’interesse fisso e con delle rate costanti, la durata è variabile, ma volendo è possibile estinguere l’intera operazione in anticipo senza rischiare di incappare in penali.