• author
    • Lorenzo Zaia

    • aprile 28, 2016 in Denaro

    Milano leader della domanda di prestiti per il Nord

    Nel corso di questi primi mesi del 2016 si è registrata una decisa ripresa del mercato del credito, spinta sicuramente dalle politiche monetarie adottate nel contesto europeo, con dati incoraggianti forniti dalla Banca d’Italia che mostrano un aumento dell’1,3% dei prestiti erogati alle famiglie rispetto all’anno precedente.

    Sicuramente fra i motivi c’è anche la crescita consistente del credito al consumo, che è stato agevolato dalle migliori condizioni economiche e di reddito. Analizzando i dati e seguendo i flussi nelle varie province italiane, si nota che fra le città che hanno maggiormente beneficiato del trend al rialzo c’è Milano.

    Secondo un’indagine le richieste di prestito nel capoluogo lombardo, all’interno del periodo compreso fra ottobre 2015 e marzo 2016, sono state il 6,13% del totale nazionale e il 14,65% rispetto a quelli provenienti dal Nord Italia, dati che la dicono lunga sulla leadership di Milano in questo settore.

    Per quanto riguarda l’importo medio richiesto dai cittadini milanesi, è stato rilevato in circa 11.600 euro, dato superiore alla media nazionale con 250 € circa di differenza, mentre le fasce di importo richiesto, con le percentuali più elevate, sono rispettivamente quella compresa fra i 5.000 e i 10.000 € con il 28,84% e quella fra i 15.000 e i 25.000 € con il 21,32%.

    A livello di durata, sempre esaminando i mesi compresi fra ottobre e marzo, si registra un utilizzo maggiore dei prestiti di 60 mesi, con finalità destinate in prevalenza all’acquisto di auto usate con il 19,5%, seguite dai prestiti per liquidità al 19% e da quelli relativi alla ristrutturazione della casa con il 18%.

    Infine, l’età media di coloro che richiedono un prestito a Milano, è stata determinata in 41 anni, con la crescita di un anno rispetto ai 40 rilevati nel primo semestre 2015, ma inferiore di due anni rispetto alla media nazionale che è di 43.