• I Prestiti Cambializzati

    Se non avete una busta paga, potete chiedere un prestito rimborsandolo con cambiali. Alla richiesta non dovete specificare il motivo per cui vi serve il finanziamento e le rate mensili saranno sotto forma di cambiali stipulate tramite la banca, con la cifra accordata nella pratica. Avrete bisogno però di altri tipi di garanzie, come ipotecare un immobile di vostra proprietà, trovare un garante con reddito dimostrabile o avere obbligazioni o titoli negoziabili. Un prestito cambializzato non si può ottenere, però, nel caso in cui avete altri finanziamenti in corso.
    Ogni agenzia finanziaria o banca si riserva la facoltà di analizzare in modo approfondito, la posizione di ogni richiedente e accettare o meno il tipo di prestito richiesto. Di solito il tempo di rimborso tramite cambiali, va da 1 a 15 anni, e in caso di mancato o ritardo pagamento, verrete segnalati come cattivi pagatori, e c’è il rischio del pignoramento dei beni posseduti.
    Se la vostra richiesta verrà accettata, il prestito sarà erogato tramite 2 assegni circolari, cioè da un acconto a pochi giorni dalla firma del contratto e il resto, dopo una settimana circa, sempre tramite assegno o bonifico bancario.
    Il prestito cambializzato non vi toglie certo pensieri e se avrete problemi a coprire la rata mensile, le sanzioni comportano gravi conseguenze. Essere segnalati nella Banca Dati danneggia la vostra credibilità come pagatore e vi creerà problemi per altre future necessità monetarie. C’è da sottolineare che non tutti accettano questo tipo di rimborso. Di solito la busta paga è considerata la miglior garanzia insieme a un immobile di proprietà.