• “Fondo di garanzia” Mutuo prima casa giovani coppie: oggi ancora fruibile

    E’ dal 1° settembre 2011 che le giovani coppie con meno di 35 anni possono fruire del <<”Fondo di garanzia” per l’accesso ai mutui>>, iniziativa avviata dall’allora ministro della gioventù in concertazione con l’Associazione bancaria italiana.

    La gestione di tale fondo ammontante a 50 milioni di euro è stata affidata alla Consap spa con l’obiettivo di assicurare una copertura pubblica entro una soglia massimale di 75mila euro per eventuali garanzie addizionali richieste dalle banche e dagli intermediari finanziari aderenti. L’adesione, difatti, non è stata imposta all’intero circuito nazionale.

    Malgrado  sia consuetudine identificare il target quale giovani coppie, possono fruire dell’iniziativa anche i single con figli minori a carico.

    In particolare, si richiede tassativamente che:

    -          L’abitazione non oltrepassi i 90mq e non rientri nelle categorie catastali di lusso (A1, A8, A9)

    -          L’importo del mutuo non sia superiore ai 200 mila euro

    -          In assenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato, il reddito Isee del nucleo familiare non sia superiore ai 35mila euro

    Tra gli sportelli partecipanti all’iniziativa figurano Intesa San Paolo, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena. E’ da specificare che si tratta innanzitutto di un “fondo di garanzia” e non di contratti standardizzati di mutuo pre-impostati, con ciò dando libertà ai singoli istituti ed intermediari di applicare condizioni differenziate, seppur rispettando i vari criteri cardine indicativi del progetto.

    Sono ad esempio state fissate le linee guida per la determinazione dei tassi di interesse:

    -          Nel caso di mutuo a tasso variabile, i tassi non possono essere superiori all’Euribor

    -          Nel caso di mutuo a tasso fisso, i tassi non possono essere superiori all’Irs +120 punti base per i contratti che abbiano una durata al più ventennale (in caso di durate superiori, 150 punti base)