• author
    • Elisabetta Todaro

    • gennaio 15, 2016 in Denaro

    Bankitalia: +0,6% per i prestiti, top da 4 anni

    Recentemente Bankitalia ha pubblicato un interessante bollettino statistico, con focus sui bilanci delle banche, in cui emerge la crescita dei prestiti al settore privato da parte degli stessi istituti di credito, con un’inversione di tendenza interessante e che mancava da diversi anni a questa parte.

    Il dato esatto, relativo al mese di novembre 2015, vede una crescita dello 0,6% annuo, segnando un record negli ultimi 4 anni, infatti, mentre i prestiti alle famiglie erano in recupero già da qualche mese, la novità riguarda la crescita rilevate dalle società non finanziarie. Il dato complessivo del settore privato, tiene conto della crescita pari allo 0,8% annuo dell’erogazione di prestiti alle famiglie, così come dell’aumento dello 0,2% destinato alle società.

    Per quanto attiene alla raccolta, sempre in riferimento al mese di novembre, il tasso di crescita annuale nel settore privato è stato del 2,3%, mentre la raccolta obbligazionaria, incluse quelle obbligazioni detenute dalle banche, è diminuita del 15,6% annuo. Relativamente al tasso di crescita delle sofferenze negli ultimi dodici mesi, si è registrata una crescita dell’11%, la stessa già verificatasi ad ottobre, denotando dunque una sostanziale stabilità, aspetto che è comunque un segnale incoraggiante.

    I tassi d’interesse inerenti i finanziamenti volti all’acquisto di abitazioni sono stati del 2,85%, in lievissimo calo rispetto al mese precedente, mentre quelli sull’erogazione del credito al consumo, utili all’acquisto di beni di varia natura, si sono attestati all’8,29%. Ulteriori dati attengono ai tassi d’interesse sui prestiti alle società sempre nel mese di novembre, con importo minore ad 1 milione di euro, pari al 2,76% (2,86% ad ottobre), mentre gli importi superiori a questa soglia hanno registrato l’1,28%, a differenza dell’1,35% del mese prima.

    Insomma, tutti questi dati di Bankitalia denotano una chiara ripresa del settore, che fa ben sperare per il futuro.