• Agevolazioni e prestiti Start-Up 2017

    Grazie alla Legge di Bilancio 2017 sono stati introdotti nuovi provvedimenti per le start-up innovative, in relazione alle agevolazioni fiscali ma anche all’accesso ai finanziamenti. Più nello specifico i prestiti destinati alle start-up beneficeranno nei prossimi due anni di un aumento del cosiddetto fondo per la crescita sostenibile, che, stando a quanto riportato nella Gazzetta Ufficiale, si avvarrà di un aumento di ben 47,5 milioni di euro sia quest’anno che nel prossimo.

    Alcune misure fiscali hanno lo scopo di sostenere la nascita e la crescita di imprese innovative mediante misure fiscali in grado di rendere meno onerosi i costi di avvio. Queste riguardano l’esenzione del pagamento delle imposte di bollo e dei diritti di segreteria per le nuove imprese, che devono essere realizzati secondo quanto previsto dalla sezione speciale del Registro delle imprese.

    Le detrazioni fiscali sono state aumentate dal 19% al 30% degli investimenti e fino alla cifra massima di 1 milione di euro. Infine, sempre a manforte delle start-up è stato stabilito che l’INAIL potrà sottoscrivere quote di fondi comuni d’investimento di tipo chiuso destinanti ad attivare le nuove imprese innovative.

    Da segnalare anche il fatto che a fine dicembre 2016 sono stati siglati ben 10 nuovi contratti di sviluppo, per uno stanziamento complessivo di 350 milioni di euro da investire nelle regioni della Campania, della Basilicata, della Puglia, della Sardegna e della Lombardia. Sono stati ridotti anche i tempi per valutare le richieste di agevolazione ed erogazione dei fondi, infatti si è passati dai precedenti 150 giorni agli attuali 110.

    Per ottenere i finanziamenti le aziende devono inviare comunicazione dell’avvio dell’investimento entro i 6 mesi seguenti alla firma del contatto con Invitalia. Infine, è stato previsto anche l’obiettivo di dare corsie preferenziali, per il ricevimento delle risorse pubbliche, alle proposte di investimento maggiori o uguali a 50 milioni di euro.